Posted by: savdevito | December 24, 2012

Fiumi in Antartide?

Nel secondo periodo, la ricerca nella base si focalizza sugli aspetti geologici.

In particolare l’ indagine di alcuni colleghi geologi si sta focalizzando sullo studio di formazioni
molto estese di rocce sedimentarie. Ebbene queste rocce sono il segno incontrovertibile che quaggiù,
proprio dove il ghiaccio regna perenne una volta erano presenti sistemi fluviali estesi
come il bacino del Rio delle Amazzoni. Si ma quando? Beh, le stime più affidabili
parlano di 415 milino di anni fa in pieno Devoniano fino a 200 milioni di anni fa (nel Triassico),
più o meno quando è nata la maestra Loredana!
E’ molto affascinante sapere che l’ uomo con la lente della scienza e l’ immancabile curiosità
riesce a guardare cose
successe tanti milioni di anni fa, quando di noi non c’era la benchè minima traccia.
Oltre alle rocce, ed in particolar modo sotto di esse, i colleghi hanno trovato
estesi depositi di carbone… questo ci dice un altra cosa. Sulle rive di questi fiumi
vivevano foreste lussureggianti di altissime conifere, con fiumi, torrenti e laghetti,
realizzando un ambiente che doveva essere
molto simile alle nostre valli alpine. Il carbone minerale non è altro infatti che quel che rimane
dei tronchi decompostisi in condizioni particolari, coperti dai sedimenti fluviali.
A questo punto la curiosità di riuscire a trovare qualche fossile è diventata grandissima, e
meraviglia delle meraviglie, me li sono visti ritornare una sera in base con un
involto pesante una 20ina di Kg e grande quanto un cicciobello!
Lo abbiamo aperto, dentro c’era un tronco fossile di una foresta pietrificata!
I tronchi di quelle foreste, una volta caduti e sepolti hanno subito un lentissimo processo
durante il quale l’ acqua del fiume ha portato il silicio a sostituirsi al carbonio
nelle loro cellule. Quello che viene fuori lo vedete nella foto sotto. Un tronco fossilizzato
in cui l’ informazione tattile è conservata: toccandolo infatti ho l’ impressione
di toccare la corteccia di un albero…. di 300 milioni di anni fa. Semplicemente fantastico.

E poi un numero altissimo di fossili di foglie contenuti nei livelli sovrapposti di arenaria.

Devo dire che qui per un ricercatore è una specie di parco giochi!!! C’è di tutto!

Alla prossima!

 

Tronco fossile di conifera ritrovato dai colleghi proff. Cornamusini, Talarico e Olivetti

Tronco fossile di conifera ritrovato dai colleghi proff. Cornamusini, Talarico e Olivetti

Advertisements

Responses

  1. Mamma come ti invidio!!!!


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Categories

%d bloggers like this: