Posted by: savdevito | November 29, 2012

Il pallone sonda!

 

Stamattina ho lanciato un pallone sonda. Si tratta proprio di un palloncino di gomma gonfiato con l’ elio come quello della festa di S. Ciro!

In base due tecnici dell’ ENEA, due volte al giorno lanciano un palloncino e si divertono un mondo!
Il palloncino in realtà è un importante strumento scientifico, ad esso è appesa una piccola sonda
che rileva temperatura umidità pressione e posizione e permette di stimare anche la velocità del vento.
Riccardo, Antonio (ENEA-UTMEA) ed io (ENEA-UTTP) ci rechiamo stamattina al campo meteo dove prepariamo il pallone al lancio.
La sonda viene calibrata azzerando eventuali bias con della strumentazione molto precisa e poi vieneattaccata al pallone.Con molta cautela il pallone viene liberato e sale su verso gli strati alti dell’ atmosfera a 5-6 metri al secondo, quindi molto veloce, e trasmette in tempo reale i dati richiesti con una piccola antennina ad alta frequenza.
Raggiunge la ragguardevole altezza di 30000 m dopo di che come tutti i vostri palloncini quando la pressione dell’ atmosfera diminuisce così tanto (più si sale più è piccola), il gas al suo interno si espande più del dovuto e il palloncino scoppia. Che fine fa la sonda? Beh, la posizione si conosce ed in teoria se non si è spostata molto è possibile recuperarla….
Dovete sapere che ogni giorno vengono lanciati in tutto il mondo centinaia di palloni sonda, idati ottenuti servono a inizializzare (far partire), i modelli di predizione meteorologica, quelli che in sostanza ci permettono di conoscere il tempo che farà nei prossimi giorni. Ogni volta che il pallone raggiunge delle altezze prestabilite la sonda manda un segnale che viene raccolto in base e rilanciato in una rete globale per le previsioni meteo dove si unisce ai dati provenienti da tutti gli altri palloni lanciati allo stesso tempo per conoscere con precisione le condizioni del meteo in tutto il nostro pianeta.
QUi in antartide non ce ne sono moltidi punti di misura quindi lanciare un pallone da qui
è molto importante sia per la previsione meteo indispensabile per programmare le uscite, sia per i modelli del clima globale, ma di questo parleremo un’ altra volta.
E ora vado a dormire.
Un saluto alle mie piccole e a tutti voi.
Saverio

 

Image

Riccardo (ENEA-UTMEA) mentre gonfia il pallone con l’ elio.

Image

Il pallone in volo con velocità ascensionale di 6 m/s, si nota la sonda collegata al pallone.

Advertisements

Responses

  1. Grande Riccardo Schioppo! Cosa sarebbe il polo sud senza di lui! Per favore dai un’occhiata al novellino (Saverio) che questo è cpace di far suicidare pure i pinguini!


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Categories

%d bloggers like this: